Ca' Azzurra - Casa Vacanze nel Centro Storico di Albenga-Ca' Azzurra

Ca' Azzurra - Casa Vacanze nel Centro Storico di Albenga-Ca' Azzurra

mare_palmatramonto_gallinara


Benvenuti ad Albenga!

Ca' Azzurra, situata lungo l'antico tracciato della Via Aurelia (l'attuale Via delle Medaglie d'Oro) nel cuore del centro storico di Albenga,  dà il benvenuto ai suoi ospiti e augura a tutti un soggiorno piacevole e rilassante.

Il palazzo medievale in cui si trova questo caratteristico appartamento si sviluppa su tre piani fuori terra e dà su una delle vie pedonali centrali e più ricche di locali e negozi del centro storico.  La recentissima ristrutturazione totale e lo stile fresco e giovane dell'alloggio si fondono con un borgo che ha radici millenarie. L'appartamento si trova al terzo piano e offre inoltre agli ospiti uno splendido terrazzo al piano superiore con vista sulla città antica e le sue famose torri.
Ca' Azzurra garantisce al visitatore il piacere di stare al centro della vita sociale quotidiana della città di Albenga, lasciando però ampio spazio alla privacy e alla tranquillità di un alloggio che, con i suoi dislivelli e scale interne, è un esempio dell'originalità dell'architettura dei centri storici liguri, luoghi in cui ogni alloggio è unico.
Il mare si trova a circa 1 km ed è facilmente raggiungibile a piedi in 10 minuti attraverso il viale centrale e ricco di negozi che collega il centro storico alla costa.

 

Welcome to Albenga!

The apartment Ca' Azzurra is located in the very centre of the old town of Albenga, just along the ancient Via Aurelia, today known as Via Medaglie d'Oro.
This apartment is situated on the third floor of a Medieval palace (no lift!) and provides to its customers a beautiful terrace from which the old town and its famous towers can be admired.
It has just been fully renovated and offers its visitors the pleasure of being in the very centre of the city, with its shops, bars and restaurants, without giving up their privacy and tranquility, being in a pedestrian area.
The sea is at 1 km/10 minutes on foot from the historical centre of Albenga and can be easily reached passing from its main boulevard. 
We wish you a pleasant holiday in our flat!

 

Albenga e la sua storia

 


via_torlaro





7



logo_emys
 

Tra passato e presente

La fondazione  di Albenga si deve alla popolazione dei Liguri Ingauni (intorno al VI secolo a.C.), sconfitti poi dall'impero romano intorno al 181 a.C.  Se i resti romani sono ancora chiaramente visibili nel centro storico di Albenga e nei suoi immediati paraggi, non da meno fu il Medioevo un'epoca fiorente per il centro ingauno, con la nascita di tutti i borghi dell'entroterra tra l'XI e il XII secolo. 

Importanti tracce di tutte queste epoche storiche rimangono ancora:

  1. Nei numerosi musei: da non perdere il Museo Navale romano (vedi pagina dedicata al DIVING), la Mostra permanente "Magiche Trasparenze" a Palazzo Oddo (che espone, tra gli altri ritrovamenti il famosissimo PIATTO BLU, tesoro unico al mondo di epoca romana tornato alla luce all'interno del corredo di una tomba, fabbricato in vetro blu e raffigurante un intarsio centrale con due putti che ballano in onore di Bacco), il Museo Civico, il Museo Diocesano, il centro multimediale "Riserva isola Gallinara" (situato all'interno del Fortino di via Nazario Sauro, costruito dalla Repubblica di Genova sull'antica linea di costa cinquecentesca a protezione delle incursioni saracene), l'antico Palazzo Episcopale  (www.scoprialbenga.it/it/musei). 
  2. Tra le sue strade, le porte romane (Porta Molino, Porta Torlaro, Porta d'Arroscia) e le piazze, come ad esempio Piazza dei Leoni, appena dietro l'abside della Cattedrale di San Michele, così chiamata per le sculture dei tre leoni portate da Roma dalla famiglia Costa, un angolo di medioevo perfettamente conservato, con la torre dalle merlature ghibelline che svetta accanto al Palazzo Vescovile
  3. Tra le rovine delle  terme e dell'anfiteatro romani;  nel Battistero paleocristiano del V secolo d.C. (uno dei maggiori e meglio conservati edifici risalenti a quel periodo storico in Italia, con al suo interno un meraviglioso mosaico bizantino del VI secolo rappresentante la Trinità e i resti di un fonte battesimale ottagonale) nel ponte medievale di Pontelungo, nei palazzi nobiliari e nelle famosissime case-torri: non a caso la città ha l'appellativo di Città delle Cento Torri. Esse erano simboli del prestigio delle antiche famiglie nobiliari che le fecero costruire (es. Malasemenza, Costa, Oddo, Lengueglia Doria, Cepollini). 


Oggi l'economia di Albenga è basata principalmente sul turismo, sul commercio locale e sull'agricoltura, soprattutto grazie al fatto che dalla metà dell'Ottocento molte terre paludose furono bonificate e dedicate alla coltivazione di frutta e verdura. Nel 1900 Albenga diventa un importante centro dell'economia del ponente e l'agricoltura oggi vanta prodotti di prestigio esportati in tutto il mondo, tra cui il pesto, le piante in vaso e quattro cavalli di battaglia: l'asparago violetto, il pomodoro cuore di bue, la zucchina trombetta e il carciofo spinoso.

Ma non solo: Albenga è conosciuta in tutta Italia ed Europa anche per la sua fiorente coltivazione di piante in vaso, dalle aromatiche (rosmarino, salvia, origano, timo, maggiorana, basilico etc) ad una vastissima gamma di piante fiorite, che nel clima della piana della città trovano l'habitat ideale per la loro crescita.

Dal 2018  inoltre 
la tartaruga Emys Orbicularis, autoctona della piana e mascotte turistica della città, è anche diventata oggetto del nuovo logo turistico di Albenga.

Albenga è una città da vivere tutto l'anno: qui potrete trovare storia e musei, attività sportive (kitesurf, wind-surf, sup, golf, downhill, immersioni all'isola Gallinara, birdwatching nell'oasi naturalistica della foce del fiume Centa), l'aeroporto di Villanova a pochi minuti, l'ippodromo, il porto di Alassio oltre alle spiagge e al bellissimo entroterra. Venite a trovarci e visitate il sito ufficiale https://www.scoprialbenga.it/!

 

The history of Albenga

 


FB_IMG_1539009260410


IMG-20180829-WA0005

IMG_20190112_121749
 

From past to present

 

Albenga was founded around the 4th century BC  becoming first the capital of the Ingauni Ligures tribe, then a roman settlement and a medieval town.

The roman naval museum, the civic museum, the collection "Magical Transparencies", the Gallinara island media center, the Diocesan museum,  the old Episcopal palace and early Christian Baptistery are just some of the places where you may find Albenga past, as well as walking along its roman remains, its old town narrow streets and visiting its churches and squares. Albenga has the nickname of city of a hundred spires.

Thanks to its climate and geographical features, Albenga plain has been cultivated from generation to generation.

Today the four symbols of the city are: 
l'asparago violetto (the violet asparagus), il pomodoro cuore di bue (the heirloom tomato), la zucchina trombetta (a long zucchini) and il carciofo spinoso (the thorny artichoke). 

Nowadays the economy is mostly based on tourism, local commerce and agriculture: you  may find a wide range of greehouses and open-air cultivation of potted plants, both flowers and aromatic plants. 

Furthermore the native turtle 
Emys Orbicularis became from 2018 the new tourist logo of the city.

Albenga can be fully enjoyed all year long:  history, museums, sport (kitesurf, wind-surf, sup, golf, downhill, diving around Gallinara island), Villanova airport, the racetrack, Alassio port, its beaches and beautiful hinterland. Visit us! https://www.scoprialbenga.it